La guerra di Berlusconi al “populismo”: dopo Belpietro e Del Debbio, a Mediaset fuori anche Giordano

Sharing is caring!

A vedere Berlusconi, dopo le consultazioni con Mattarella, impartire lezioni di democrazia nei confronti dei grillini – che non lo vogliono nel governo – la rivoluzione in casa Mediaset assume una connotazione politica.

In effetti, a seguito del sorpasso consumato dalla Lega ai danni di Forza Italia all’ultima tornata elettorale, il palinsesto dell’informazione Mediaset è stato radicalmente riorganizzato. Dopo la cacciata di Paolo Del Debbio (non riconfermato a Quinta Colonna) e Maurizio Belpietro (rimosso con il format Dalla vostra parte), ora tocca a Mario Giordano(Stasera Italia). Il direttore del Tg4 è stato sollevato dalla responsabilità editoriale della striscia che aveva sostituito Dalla vostra parte, come ha anticipato Tiscalinews.

La spiegazione potrebbe non essere soltanto quella di un Auditel troppo basso. In effetti, a detta di alcuni forzisti, il palinsesto di Giordano, con il suo taglio populista, avrebbe favorito alle ultime elezioni Lega e 5 Stelle, addirittura.

Insomma, nell’ottica di una “normalizzazione” dei format di informazione Mediaset, al posto di Giordano arriva Marcello Vinonuovo, un suo ex sottoposto. Una scelta quindi che in qualche modio umilia il direttore del Tg4.

Secondo Tiscalinews, a Cologno è arrivato un diktat in vista di un possibile ritorno al voto: “Gli amici di Grillo, Salvini e Meloni” restano fuori. D’altronde Berlusconi ormai ha deciso: basta populismo, se a incarnarlo sono Salvini e Di Maio. E Mediaset si adegua.

Adolfo Spezzaferro – Il Primato Nazionale

Sharing is caring!

Precedente Monti ha in testa solo quella: "L'Unione Europea non ha colpa sulla disoccupazione giovanile" Successivo Gli USA e Israele volevano bombardare la Siria prima del presunto attacco chimico

Lascia un commento

*