Erdogan: “Ad Afrin neutralizzati 3.844 terroristi”. E invece erano i suoi oppositori politici

Sharing is caring!

Il dittatore turco, che qualcuno per soldi vorrebbe nostro partner in Europa, ha poi la spudoratezza di chiamare la mattanza “Ramoscello d’ulivo”

Scrive Il Populista:

Chiamare “Ramoscello d’ulivo” l’offensiva turca in Siria, ufficialmente per far fuori i terroristi, suona un po’ come una presa per i fondelli. Visto che i terroristi di cui il dittatore Erdogan cerca di liberarsi non sono tanto querlli dell’Isis (il che sarebbe cosa buona e giusta), ma curdi, gulenisti e chiunque altro sia un oppositore politico del suo regime, riparato all’estero.

Ma tant’è. Dall’inizio dell’offensiva turca “Ramoscello d’ulivo” ad Afrin, in Siria, il 20 gennaio, “3844 terroristi sono stati ‘neutralizzati’”. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, riferendosi ai combattenti curdi dell’Ypg e dell’Isis uccisi, feriti o fatti prigionieri. Lo riferisce l’agenzia Anadolu.

via Il Populista

Sharing is caring!

Precedente Una vera e propria bomba a base di tasse che potrebbe travolgere definitivamente le tasche degli italiani. Successivo I bambini hanno bisogno di microbi non di antibiotici per sviluppare l’immunità, lo dicono gli scienziati

Lascia un commento

*