Che aspetto avevano la frutta e la verdura prima della selezione umana?

Sharing is caring!

di L.M.P.I

L’allevamento selettivo comporta la selezione e coltivazione di piante scelte per alcuni tratti preferiti, in modo che nel corso del tempo, gli alimenti diventino più saporiti e facile da mangiare.

 

Anguria

Questo dipinto del 17° secolo, realizzato da Giovanni Stanchi mostra tra le altre cose, delle angurie. Il dipinto, realizzato tra il 1645 e il 1672, indica l’esistenza di angurie con sei fori triangolari e un colore diverso da quello a cui siamo abituati oggi.

Nel corso del tempo, questi frutti sono stati selezionati per avere un interno rosso e polposo, che in realtà placenta.

 

Banane selvatiche

Le prime banane furono coltivate almeno 7000 anni fa (forse 10.000 anni fa), in quella che oggi è conosciuta come Papua Nuova Guinea. Sono state coltivate anche nel sud-est asiatico. Le banane moderne provengono da due varietà selvatiche, Musa acuminata e Musa balbisiana, che hanno grandi semi, come l’immagine qui sopra.

 

Melanzane selvatiche

Nel corso della sua storia, la melanzana dispone di un’ampia varietà di forme e colori come il bianco, blu, viola e giallo (come l’immagine sopra). Alcune delle prime melanzane sono state coltivate in Cina. Le prime piante avevano delle spine lungo il fusto. L’allevamento selettivo nel tempo è riuscito a liberare la pianta dalle spine e raggiungere un formato più grande, oblungo e viola.

 

Carota selvatica

Le carote sono state coltivate nel 10′ secolo in Persia e in Asia Minore. Si ritiene che in origine erano viola o bianche? con una sottile radice biforcuta, come quella mostrata nella foto qui sopra. Nel corso del tempo, il pigmento viola si è perso,  guadagnando un colore più giallastro. Cioè, le vecchie radici bianche e fini, che avevano un sapore forte, hanno lasciato il posto oggi per le grandi e gustose radici arancione.

 

Mais selvatico

Forse l’esempio più emblematico dell’allevamento selettivo è il mais in America del Nord, prodotto da una pianta che era immangiabile. Selvaggio, mostrato sopra, è stato domesticato la prima volta nel 7000 AC. Oggi, è mille volte più grande di quanto non fosse 9000 anni fa, e molto più facile da sbucciare e crescere. Inoltre, è fatto dal 6,6% di zucchero, rispetto a solo 1,9% del suo antenato. Circa la metà di questi cambiamenti ha avuto luogo dal 15 ° secolo, quando i coloni europei hanno cominciato a coltivare mais ampiamente.

 

Pesca selvatica 

Le pesche selvatiche sono piccole e hanno poca polpa. Sono state coltivate intorno al 4000 AC dagli antichi cinesi, e avevano un gusto terroso e leggermente salato, come una lenticchia. Dopo migliaia di anni di coltura selettiva, le pesche sono ora 64 volte più grandi, 27% più succoso, 4% più dolci.

 

La mia parte intollerante

Sharing is caring!

Precedente L'aspartame ora viene commercializzato come dolcificante “naturale”: Aminosweet  Successivo Gli studi scientifici rivelano che la "terra" può aiutare la depressione