Attacco missilistico contro base aerea in Siria

Sharing is caring!

I gruppi terroristi, armati da USA Israele e Arabia Saudita, hanno fabbricato l’ennesima provocazione con i gas per consentire alle forze aeree della coalizione USA/Israele di colpire la Siria che non si arrende.
Decine di militari siriani uccisi, feriti nell’attacco contro l’aeroporto T-4

BEIRUT, LIBANO – Un gran numero di militari siriani sono stati uccisi o feriti questa mattina dopo che diversi missili hanno colpito l’aeroporto T-4 nella campagna orientale del Governatorato di Homs, ha riferito una fonte dell’esercito ad Al-Masdar News.

Secondo la fonte dell’esercito, si ritiene che l’attacco sia stato effettuato dall’aeronautica israeliana, dal momento che i missili sono stati lanciati dal confine libanese.
Inizialmente, i media statali siriani hanno riferito che erano missili da crociera provenienti dal Mediterraneo che hanno colpito l’aeroporto militare T-4; tuttavia, l’esercito ha successivamente confermato che 20 missili sono stati sparati dal confine libanese.

Dei 20 missili sparati all’aeroporto T-4, almeno otto di loro sono stati intercettati dalla Difesa aerea siriana, ha aggiunto l’esercito.

Israele non ha ancora rivendicato la responsabilità dell’attacco, ma i militari siriani sono convinti che ci sia la mano di Israele dietro l’attacco di questa mattina all’aeroporto T-4.
LE FORZE DI DIFESA AEREA SIRIANE RESPINGONO L’ATTACCO MISSILISTICO SULLA BASE AEREA T4.
La scorsa notte, le forze di difesa aerea siriane (SADF) hanno risposto a un attacco missilistico contro la base aerea T4 nella provincia di Homs, sull’autostrada tra le città di Palmyra e Homs.

Secondo l’agenzia di stampa statale siriana SANA, la SADF ha abbattuto almeno 8 missili. Tuttavia, ci sono stati diversi “martiri e feriti” nell’incidente.
L’agenzia statale russa Sputnik inizialmente ha riferito di aver citato una “fonte fonte informata” che non vi erano state vittime né danni materiali a seguito dell’attacco missilistico.
“La Syrian Air Defence Force ha distrutto alcuni missili, che hanno attaccato la base aerea del T-4. I missili sono caduti nelle vicinanze dell’aeroporto, come ha riferito “Sputnik citando la fonte.

Fonti locali indicano anche che nessun danno “notevole” è stato inflitto alla base. Tuttavia, la situazione con le vittime non è chiara.
La SANA ha riferito che gli Stati Uniti potrebbero essere stati gli autori dell’attacco missilistico. Tuttavia, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha negato ufficialmente questo:
“In questo momento, il Dipartimento della Difesa non sta conducendo attacchi aerei in Siria”, ha detto il Pentagono a Reuters in una dichiarazione. “Tuttavia, continuiamo a guardare da vicino la situazione e sostenere gli sforzi diplomatici in corso per tenere sotto mira i responsabili di usare armi chimiche, in Siria e in altro modo”.

Missili antiaerei siriani

Le forze di difesa israeliane (IDF) hanno rifiutato di commentare le notizie sull’attacco missilistico in Siria. Tuttavia, un video è apparso online mostrando jet da combattimento non identificati nello spazio aereo libanese prima del bombardamento. Considerando che l’IDF spesso usa lo spazio aereo libanese per lanciare missili contro obiettivi in ​​Siria, Israele è il principale sospettato nell’attacco dell’ultima notte.

Secondo il canale televisivo al-Mayadeen del Libano, i terroristi dell’ISIS hanno attaccato l’esercito arabo siriano nella zona di Sebaa-Biar nel deserto di Homs dopo l’attacco missilistico. Ciò nonostante, l’attacco è stato respinto.
È interessante notare che l’efficienza dei raid aerei israeliani in Siria è significativamente diminuita negli ultimi anni. Nel febbraio 2018, l’IDF perse persino un aereo da combattimento F-16I a causa dell’incendio di rappresaglia della SADF.

Alcuni esperti siriani hanno ipotizzato che i recenti problemi dell’IDF nel effettuare bombardamenti in Siria siano la ragione per cui funzionari israeliani e personalità pubbliche hanno incoraggiato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump a usare una forza diretta contro il governo siriano l’8 aprile dopo le notizie sul presunto attacco chimico a Douma .

Tuttavia, nonostante una feroce catena di tweet che ha indicato Putin, Russia, Iran e “Animal Assad”, l’amministrazione Trump riferisce di non aver condotto azioni militari dirette la notte scorsa. Quindi, secondo questa versione degli eventi, Israele ha tentato ancora una volta di agire da solo.

Fonti: Al Masdar News     South Front

Traduzione: Luciano Lago

via Controinformazione

Sharing is caring!

Precedente Sequestri e rapimenti, ecco la Libia dopo Gheddafi Successivo Israele sta cercando di trascinare l’America nella “guerra iraniana”...

Lascia un commento

*